Risonanze Folk

LeRisonanze Folk nascono a Villa Castelli (BR), nell’inverno del 2004. Il gruppo, che si identifica
nel genere folk, esplora sonorità balcaniche, melodie irlandesi e musica popolare del sud-Italia,
senza dimenticare un certo spirito rock. Parte della formazione oltre ad avere diversi progetti
nell’ambito del rock, proviene da studi classici e da esperienze bandistiche. Le Risonanze Folk negli
anni hanno suonato in più di 250 concerti in tutto il centro-sud Italia e hanno suonato anche con
gruppi del calibro di Folkabbestia, Matteo Salvatore, Otello Profazio, Bandabardò, Teresa De Sio,
Franz di Cioccio, Radici nel Cemento, Apres La Classe, Boomdabash, Municipale Balcanica,
Skiantos.
Nel settembre 2006 le Risonanze Folk sono entrate nei CHORA - Studi Musicali (Monteroni - LE),
per registrare, sotto la guida di Valerio Daniele, i primi quattro brani del loro primo album “Per il
sonno, per l’ipnosi o per il vino”, completamente autoprodotto. Album finito di registrare fra 2007 e
2008 presso i “PURE ROCK STUDIO” di Nanni Surace a Brindisi, che ha curato anche il mixaggio
del cd. L’album mette in evidenza le molteplici influenze musicali dei componenti del gruppo che
insieme hanno partecipato alla composizione. Ritmi incalzanti, un forte spirito folk dettato dalla
sezione solista (fisarmonica, violino, tromba, sax contralto, clarinetto e flauto), melodie vocali a due
o più voci, una forte componente rock (chitarre elettriche) e influenze popolari (tamburi a cornice,
chitarra battente, ciaramella) sono i tratti distintivi della proposta musicale delle Risonanze Folk. I
testi, scritti in parte da Rocco Caliandro (il primo paroliere delle Risonanze Folk), e in parte da
Dario Ricci raccontano visioni paradossali di un’Italia pendolare (I pendolari), paese del
melodramma (Il raduno nazionale dei dislessici), l’Italia degli Altiforni, l’Italia dei “commercianti”
di cianfrusaglie (I venditori di fumo); descrivono eventi significativi della storia (L’ultimo
partigiano, Le spiagge di Marsala); dipingono dei quadri di vita popolare (La festa, Lu potescə). Il
cd esce finalmente a Dicembre 2008. Nei mesi seguenti l’esperienza in studio, il gruppo si è esibito
per la Puglia in un minitour promozionale e ha partecipato a vari concorsi: AREZZO WAVE
(Brindisi), LARATRO FOLK CONTEST (Campobasso) e YOUR SOUND (Mesagne). Il gruppo è
finalista regionale di ITALIAWAVE, partecipa alle semifinali della seconda edizione
dell’AREROCK Festival di Barletta e vince la finale del sud Italia LARATRO FOLK CONTEST,
qualificandosi perita le semifinali nazionali.
Negli anni successivi le Risonanze Folk hanno suonato in tutto il centro-sud Italia, suonando anche
in noti festival, come il Salento Sounds Good davanti a 6000 persone, aprendo anche concerti di
gruppi famosi.
Nel 2011, dopo il tour estivo le Risonanze Folk entrano nuovamente in studio per registrare il loro
nuovo singolo, LA FOLLIA DI TONIO, e dopo qualche mese gira con la Zorobar Produzione
Audiovisivi il primo videoclip ufficiale della band, che raggiunge in circa due settimane oltre 5000
visite su You Tube. A fianco a questo lavoro il gruppo termina gli arrangiamenti dei 12 brani che
andranno a comporre il loro nuovo lavoro, “Viaggio in folle”(SoulMatical 2012), la cui uscita è
prevista per Giugno 2012.


web
www.risonanzefolk.com
Facebook: https://www.facebook.com/pages/RISONANZE-FOLK/110640632288370?sk=wall
My Space: http://www.myspace.com/risonanzefolk